Profilo  |  Staff  |  Partners & Links  |  Contatti  |  Area Riservata  

Follow us          

Galapagos - Prima di partire

CLIMA
In Ecuador esistono quattro fasce climatiche differenti. In Amazzonia è caldo umido, piove spesso e non ci sono differenze climatiche sostanziali durante l'anno. Sulla sierra esiste una notevole varietà durante il giorno e le giornate sono fresche. Sulla costa il clima è caldo con frequenti precipitazioni durante il periodo da Gennaio ad Aprile. 
Nelle Galapagos il clima è mite senza considerevoli variazioni durante l'anno. Qui, da Dicembre a Maggio l’acqua è più calda ed il mare più calmo; è quindi è un buon periodo per gli appassionati dello snorkeling. Le giornate sono caratterizzate da forti acquazzoni che durano però poche ore, lasciando poi la scena ad un caldo sole. In questo periodo gli uccelli si accoppiano e le tartarughe fanno i nidi sulle spiagge. Da Giugno a Novembre la corrente di Humboldt porta nelle isole acque più fredde, ma più ricche di nutrienti che attraggono pesci e di conseguenza uccelli, per cui è più facile vedere alcune specie come gli albatro di Española ed i pinguini. Spesso le giornate sono rese più cupe dalle nuvole, ma non piove quasi mai; è un ottimo periodo  per chi fa immersioni. In molti casi in questi mesi è necessario indossare una muta per nuotare.
 
QUANDO ANDARE
Nonostante si possa visitare durante tutto l’anno, alcuni periodi sono particolarmente favorevoli per apprezzare appieno alcune regioni. Il periodo tra gennaio e aprile, corrispondente alla stagione piovosa, è il migliore per lo snorkeling. Da giugno ad agosto, durante la stagione secca, si possono effettuare in condizioni ottimali le escursioni sugli altipiani. Proprio durante questi mesi si ha però il periodo più umido nella provincia dell’Oriente, dove è consigliabile fare trekking da agosto a fine febbraio. L’alta stagione turistica coincide su terraferma e Galapagos e si suddivide in due momenti:  il primo va da metà dicembre a fine gennaio, il secondo da fine gennaio al periodo tra giugno e agosto, prediletto dai turisti stranieri.
 
TEMPERATURA DELL’ACQUA
Nei mesi di Febbraio, Marzo e Aprile la media è di 25°C; nei mesi di Maggio e Giugno 24°C; da Luglio ad Ottobre compresi 22°C e da Novembre a Gennaio inclusi 23°C.
 
DOCUMENTI e VACCINAZIONI
Per i turisti italiani in viaggio in Ecuador è necessario il passaporto valido per almeno 6 mesi dal momento della partenza e un biglietto di andata e ritorno.
Per quanto riguarda le vaccinazioni non esistono particolari obblighi.
Si consiglia di bere sempre acqua in bottiglia sigillata, di non mangiare frutta o verdura senza averla lavata e di prediligere i cibi cotti. Si consiglia inoltre di portare con sè alcuni medicinali di prima necessità ed una buona crema solare.
 
LINGUA
La lingua ufficiale è lo spagnolo, ma si parlano anche dialetti delle comunità native come il quichua, lo shuara e lo huaorani. Nelle città l’inglese è abbastanza diffuso.
 
VALUTA
La moneta locale è il dollaro americano. Si raccomanda di munirsi di dollari in piccole taglie da 10 e 20. Conviene cambiare i propri soldi nelle “casas de cambio” che solitamente offrono una tariffa di cambio migliore. In tanti posti non è (ancora) possibile pagare con bancomat o carta di credito e di debito. Non tutte le isole hanno banche e/o bancomat, quindi è consigliabile avere sempre dollari a sufficienza per la propria permanenza. I pagamenti in Euro non sono ancora diffusi.
A Santa Cruz e San Cristobal ci sono banche e numerosi bancomat, però a volte non permettono di prelevare o altre fanno prelevare a $100 (con relativi costi di commissione); Isola Isabela non ha né banca né bancomat.
 
FUSO ORARIO
Il fuso orario è di - 6 ore rispetto all’Italia, - 7 quando vige l’ora legale.
 
COMUNICAZIONI
Esistono, soprattutto nelle zone centrali delle grandi città, postazioni telefoniche delle due grandi compagnie telefoniche, Bell South e Porta, che funzionano con tessere prepagate acquistabili anche direttamente in aeroporto all'arrivo nel Paese. 
Per telefonare dall'Italia verso l'Ecuador, comporre lo 00593 + il prefisso regionale (Galapagos: 5) + numero del destinatario.
Per chiamare dall'Ecuador in Italia, comporre lo 0039 + numero del destinatario.
I cellulari abilitati al roaming internazionale funzionano ovunque ma è consigliabile verificare con il proprio gestore la relativa copertura.
 
TASSE
Le tasse aeroportuali di entrata nel Paese sono incluse nel costo del biglietto aereo mentre quelle di uscita vanno pagate direttamente in loco e corrispondono a circa USD 28. È inoltre previsto il pagamento di USD 100 quale Tassa del Parco Naturale delle Galapagos e di USD 20 come Transit Control Card.
 
TRADIZIONI E CULTURA
Essendo l'Ecuador un Paese cattolico, molte delle sue feste tipiche sono legate al calendario liturgico e vengono celebrate combinando gran fasto ed elementi delle feste indigene tradizionali. Le aree rurali in particolare attribuiscono una vera atmosfera festosa alle proprie celebrazioni.
Una festività particolarmente vivace è il Giorno dei morti, il 2 novembre, quando le cerimonie di deposizione dei fiori ravvivano i cimiteri del Paese con un'atmosfera più celebrativa che luttuosa.
Questa festa simbolizza l'idea della trasfigurazione dello spirito di una persona morta, che così può rendersi visibile ai vivi ed essere "nutrito" prima di riprendere il suo viaggio verso la reincarnazione. Per questo motivo, quando viene celebrata questa ricorrenza, si cucinano sempre un gran numero di piatti e, in modo particolare, tante piccole figure a base di pane, che verranno successivamente deposte sulla tomba del defunto.
Altre feste nazionali di interesse storico sono il 24 Luglio, anniversario della nascita di Simón Bolívar, e il 12 Ottobre, anniversario della scoperta dell'America, anche se quest'ultimo non è sentito da tutta la popolazione in egual modo.
Il Carnevale è, ovviamente, immancabile ed è la festa in cui la tradizione vuole che si organizzano battaglie d'acqua e celebrazioni con frutta e fiori. Tra i più importanti carnevali spiccano quelli di Guayaquil, caratterizzato da costumi colorati, Otavalo, Cuenca e Quito.
Il Corpus Domini viene celebrato in Giugno in concomitanza con una tradizionale festa del raccolto. La pratica celebrativa di tutte queste feste è il riflesso del carattere naturalmente generoso ed aperto degli Ecuadoriani. Dunque, nessuno rimarrà stupito nell'apprendere che questa gente ama il contatto fisico. In Ecuador i saluti sono estremamente importanti, con abbracci o buone strette di mano, così come la gentilezza.                                             
È importante ricordare che durante le feste  negozi e uffici restano chiusi, ed anche i servizi diminuiscono. Per questa ragione i posti sui mezzi pubblici e negli alberghi sono spesso esauriti, ed è meglio prenotare con largo anticipo se si è interessati a viaggiare in questi periodi.
In quasi tutti i negozi di souvenir è possibile acquistare le famose magliette delle Galapagos, ma il ricavato di quelle in vendita alla Stazione Scientifica Charles Darwin è destinato a sostenere questa meritevole istituzione. Da evitare l’acquisto di oggetti ricavati dal corallo nero e dai gusci di tartaruga o testuggine.
 
ABBIGLIAMENTO
In generale sono consigliati vestiti leggeri per il giorno e felpe per la sera, giacca antipioggia, copricapo per ripararsi dal sole forte o dal maltempo, scarpe comode per camminare.
 
CUCINA
La cucina dell'Ecuador è una delle migliori del Sudamerica. A Quito è possibile trovare varietà culinarie da tutta la regione. Il pasto tradizionale è a base di riso e patate, con carne e cacciagione. La cucina "criolla", ovvero india, è a base di manioca, lenticchie e carne bollita. Alcune specialità: tamales, piccoli pani di grano cotti al vapore farciti con pollo o maiale; liapingachos, frittata di patate e formaggio; cuy, porcellino d'india arrosto; churrascos, carni alla griglia con verdure.
 
ELETTRICITA’
Il voltaggio della corrente è di 110 volt. E’ necessario portare un adattatore di corrente con presa piatta americana. Le barche che vanno alle Galapagos hanno la corrente a 220 V e 110 V.  
 
SICUREZZA
Come in ogni Paese del mondo anche in Ecuador, specialmente nelle grandi città come Quito, si raccomanda di fare particolare attenzione a non lasciare incustoditi oggetti di valore nelle stanze, a non passeggiare da soli per strade deserte o nei parchi soprattutto di notte; quando si paga a non esibire grandi quantità di denaro; a prestare molta attenzione agli oggetti personali quando si viaggia con mezzi particolarmente affollati, etc.
 
MANCE
È norma lasciare una mancia alle guide turistiche, ai portieri e agli altri impiegati dell'industria del turismo, ma non sono obbligatorie. E’ una pratica a propria discrezione. I ristoranti di qualità aggiungono il 10% di tasse e il 10% di servizio al conto, ma ciò in genere non accade nei ristoranti più economici. Se volete lasciare una mancia al cameriere dategliela direttamente, non lasciatela mai sul tavolo. 
La contrattazione è accettata e data per scontata nei mercati di artigianato. In altri luoghi, se non siete sicuri, provate a chiedere uno sconto (“descuento”); nei luoghi più turistici lo otterrete di frequente.
 
VIAGGIARE SICURI
Consigliamo in ogni caso di fare riferimento al sito "Viaggiare Sicuri" del Ministero degli Affari esteri : www.viaggiaresicuri.it
 
Altre destinazioni

Scarica catalogo

Newsletter

IscrivitiCancellati

Accetto informativa sulla privacy