Profilo  |  Staff  |  Partners & Links  |  Contatti  |  Area Riservata  

Follow us          

Ustica - Sicilia

"La perla nera del Mediterraneo"

L’isola di Ustica (PA), unica isola in provincia di Palermo, è situata 36 miglia a nord della città, nota come “La perla nera del Mediterraneo” per la sua natura vulcanica è caratterizzata da varie sfumature di colore che vanno dal nero della lava pietrificata al verde dei vigneti, dei frutteti e della rilassante pineta, il tutto esaltato dall’intenso azzurro del mare.

Quest’ultimo è il vero protagonista di quest’isola un paradiso per i sub e per chi cerca un mare ancora incontaminato. Nell’isola ricca di storia è possibile rinvenire resti di antiche civiltà. L’integrità dell’ambiente é salvaguardata anche dalla Riserva Naturale Marina, che annovera uno splendido percorso subacqueo archeologico.
Grazioso e piacevole da visitare è il paese di Ustica con le sue stradine strette e la celebre piazzetta.

Prima area Marina Protetta in Italia 1986.
Zona A (Rossa): E' La riserva integrale nella quale non è possibile la balneazione tranne che alla Cala Sidoti, alla Caletta dell'acquario e agli Scogli Piatti ;non è possibile navigare, pescare
Zona B (Verde): In questa zona è possibile la navigazione e la balneazione
Zona C (Blu): In questa zona è permessa anche la pesca con la canna

Lo snorkeling e le calette per i piccoli nell’Area Marina Protetta Integrale “A”.
L’Area Marina Protetta “Isola di Ustica” dal 1986 divide il mare di Ustica in tre zona : zona A di Riserva Integrale, zona B di Riserva generale e zona C di Riserva parziale. L’AMP, gestita dal Comune o dalla Capitaneria , ha un regolamento molto rigido.
Nella Zona A, che parte in adiacenza alla Caletta Spalmatore e termina un po’ oltre Punta Megna, non è possibile assolutamente fare il bagno o calpestare il suolo per arrivare al mare ad esclusione di queste due calette segnalate da un apposito cartellone posto al loro ingresso.

Cala Sidoti (zona Spalmatore):  è localizzata all'interno della Riserva Integrale e precisamente alla sinistra della torre dello Spalmatore. 
Lo snorkeling in questa baia dalla sabbia vulcanica e da ciottolini è spettacolare, infatti già in pochi centimetri di acqua è possibile vedere numerose specie nectoniche (pesci, molluschi e crostacei) e numerose specie bentoniche (piante ed alghe marine).
Il mare è accessibile ai bambini e man mano che ci si sposta verso il largo si arriva alla profondità di 5 metri dove è possibile trovare anche piccoli branchi di barracuda che si avvicinano alla costa all’alba e al tramonto per cacciare.

Cala Acquario (zona Spalmatore): è localizzata sotto la Torre dello Spalmatore nella Riserva Integrale A con l’unica deroga per la balneazione. Lo snorkeling in questa fascia di mare è spettacolare , infatti già in pochi centimetri di acqua è possibile vedere il pomodoro di mare di colore rosso vivo, l’anemone verde e numerosissimi e coloratissimi pesci. Qui si vedono cernie, ghiozzi rasposi, bavose occhiate, salpe, viole e saraghi tranquille tra i molluschi e le stelle di mare. La caletta è una delle più frequentate dell’isola grazie alla sua accessibilità da terra e alla sua spiaggia di ciottoli adatta ai bambini

Altre destinazioni

Scarica catalogo

Newsletter

IscrivitiCancellati

Accetto informativa sulla privacy